SMOG: ALTROCONSUMO; POLVERI SOTTILI ELEVATE A ROMA E MILANO

Creato Sabato, 27 Gennaio 2007 01:54

(ANSA) - ROMA, 25 gen - L'aria delle due piu' grandi citta' italiane, Roma e Milano, e' sempre piu' irrespirabile. E' quanto emerge dal diario inchiesta di Altroconsumo effettuato per le strade, le piazze, i negozi di queste due metropoli durante lo scorso novembre. L'inchiesta mostra dati preoccupanti: a Milano, durante le ore di maggior traffico, le polveri sottili superano mediamente di 9 volte i limiti, con picchi che arrivano fino a 15 volte in piu' del massimo consentito; leggermente migliore la situazione a Roma, dove in media il Pm10 e' piu' alto di 3 volte, ma arriva a quasi 7 nelle zone di maggior traffico. L'aria delle due citta' non e' comunque mai stata al di sotto della zona critica, secondo quanto indicato dai due rilevatori portatili che Altroconsumo ha utilizzato per misurare l'esposizione degli individui al Pm10 e al Pm2.5 dalle 8 di mattina, alle 5 del pomeriggio. Unica eccezione: l'interno dei grandi magazzini romani nel pomeriggio. A Milano nei luoghi chiusi, come negozi e supermercati, le concentrazioni di polveri diminuiscono in modo significativo, ma rimangono lo stesso al di la' dei limiti. Neanche nelle zone pedonali l'inquinamento scende sensibilmente, segno di un fenomeno diffuso e persistente. Nella capitale l'urbanistica si rileva maggiormente efficace nel disperdere il particolato nell'aria: le concentrazioni diminuiscono sensibilmente in corrispondenza di grandi piazze e strade larghe. Roma perde pero' il confronto con Milano quando si entra nella metropolitana: i valori del Pm10 sono piu' elevati all'interno delle stazioni. Altra particolarita': a Milano ben il 90% delle polveri sottili e' costituito da Pm2.5 (le piu' pericolose, perche' entrano con piu' facilita' nei polmoni), mentre a Roma la percentuale scende all'80%. I rischi per la salute pubblica rendono necessari immediati interventi, ha dichiarato l'associazione consumatori. Secondo uno studio Oms-Apat, tra il 2002 e il 2004 piu' di 8 mila decessi nelle citta' italiane sono stati attribuiti agli effetti a lungo termine delle polveri sottili. Anche per questo Altroconsumo invita gli amministratori a fare di piu' per tutelare la qualita' della vita dei cittadini. (ANSA).