Ambiente & Salute

Newsletter

Se vuoi ricevere la newsletter di Ambiente e Salute registrati qui
Email type
Please wait

Documenti su Rifiuti

trattamento_a_freddo

Cerca


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

Il papa predica bene, la curia razzola male - Schöpfung: die Worte des Papstes und die tauben Ohren

mondo_in_mano.jpgAncora una volta il Papa si è soffermato sul tema del rapporto cristiani e natura. 

Oggi secondo il Pontefice «possiamo constatare che il creato geme e attende persone umane che lo guardino a partire da Dio. Il consumo brutale della creazione inizia dove non c’è Dio, dove la materia è ormai soltanto materiale per noi, dove noi stessi siamo le ultime istanze, dove l’insieme è semplicemente proprietà nostra e lo consumiamo solo per noi stessi. E lo spreco della creazione inizia dove non riconosciamo più alcuna istanza sopra di noi, ma vediamo soltanto noi stessi; inizia (...) dove dobbiamo possedere tutto ciò che è possibile possedere. Io credo, quindi, che istanze vere ed efficienti contro lo spreco e la distruzione del creato possono essere realizzate e sviluppate, comprese e vissute soltanto là, dove la creazione è considerata a partire da Dio. (...). Non si tratta soltanto di trovare tecniche che prevengano i danni, anche se è importante trovare energie alternative ed altro. Ma tutto questo non sarà sufficiente se noi stessi non troveremo un nuovo stile di vita, una disciplina fatta anche di rinunce, una disciplina del riconoscimento degli altri, ai quali il creato appartiene tanto quanto a noi che più facilmente possiamo disporne». Angelus del 10.08.08  a Bressanone

Parole importanti che oltre ad ammettere la sofferenza dell’ ambiente, ne denunciano la causa nei comportamenti umani quando sono volti solo al mero consumismo e al mercato. Da sottolineare soprattutto le soluzioni che il Pontefice propone che non possono essere solo tecnologiche, ma devono nascere da una modifica degli stili di vita, fatta anche di rinunce. (Decrescita felice ?)

Una filosofia della Chiesa sull’ambiente che dovrebbe smuovere anche la Chiesa locale sulle diverse tematiche dello sviluppo più o meno sostenibile: da quel simbolo principale del consumismo che sono gli inceneritori alla continua cementificazione delle città e dei paesi fino alla mobilità dei tunnels e dei parcheggi.

Poche o nulle le voci in questo senso dalla nostra Chiesa e dal nostro vescovo; precisi invece i comportamenti di almeno una parte della Curia, con esempi passati ( il parcheggio dell' ordine teutonico e il Gingko di via Weggenstein) e recenti (Una foresta sullo Sciliar sventrata dalla diocesi  - Fattor Alto Adige 8.8.08 ).

Che la nostra diocesi segua, invece che la linea papale, la linea Durnwalder della Provincia "più ecologica del mondo” ? 

----------------------

Schöpfung: die Worte  des Papstes und  die tauben Ohren

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/ parrocchia-bressanone_it.html

Im Zuge seines Angelus hat  sich Papst Benedikt XVI. am letzten Sonntag mit dem Verhältnis Mensch-Natur beschäftigt und ausgesagt,dass die Umwelt vor allem unter dem  konsumistisch-egoistischem Verhalten der Menschheit leidet.

Die Lösung der Umweltproblematik läge nicht nur im technologischen Bereich, der es z.B. ermöglicht, alternative Energiequellen zu schaffen, sondern vor allem in einer neuen Lebenseinstellung der Menschen, die auf Verzicht (Prinzip der Nachhaltigkeit) und Respekt vor anderen Lebensformen beruht.

Diese Philosophie sollte auch von der lokalen Kirche übernommen werden: sind nicht auch die Verbrennungsöfen, die ständig steigende Zahl von Tunnels, Parkplätzen, zementierten Flächen ein Ausdruck des Konsumismus?
Leider nehmen die lokale Kirche und der Bischof keine Stellung zu diesem Thema; im Gegensatz zu den Aussagen des Papstes, ist die Vorgangsweise der Kurie eine entgegengesetzte: so  vor  einiger Zeit die Geschichte der alte Gingko-Baum in der Weggensteinstraße und jetzt  ein Stück Wald,  Eigentum der Kurie, wird bald im Schlerngebiet gerodet.


Da fragt man sich: folgt die Kurie den Worten des Papstes oder eher denen unseres Landeshauptmanns Luis Durnwalder, der Präsident der „ökologischten Provinz der Erde?"
 

Claudio Vedovelli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Stopglyphosate

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Stop consumo territorio

Stop al Consumo di Territorio