Una bella notizia

Creato Sabato, 21 Giugno 2008 16:21
baby_no_dal_molin.jpgRiportiamo con grande soddisfazione la notizia della sospensiva da parte del TAR ai lavori della NUOVA BASE al Dal Molin ( Vicenza). Al di là della vicenda specifica,  ci preme sottolineare le motivazioni della sentenza. Motivazioni che riteniamo andrebbero applicate a tutte le opere che possano incidere sul futuro dei cittadini. In sintesi la sentenza eccepisce sul fatto che non sono stati informati i cittadini.

Ora il sindaco di Vicenza, da sempre contrario all’ampliamento della base, propone un referendum popolare. Il sindaco è stato eletto alle ultime amministrative, ed è stato un raro caso di amministrazione veneta passata dalla Lega al Centro sinistra.

Ricordiamo inoltre che a Vicenza si è avuto un grande successo della lista civica No dal Molin , difronte al tracollo della sinistra arcobaleno a livello nazionale. Un monito ai partiti a stare sulle cose, sui bisogni della gente, che invece in Alto Adige nessuno pare cogliere, trattando le discussioni politiche per lo più sulle alleanze, sui posti in lista e sulla spartizione delle cosiddette “careghe” ( = posti di potere).

 

 SENTENZA  DI SOSPENSIVA TAR_BASE USA DAL MOLIN

 

dal sito www.coordinamentocomitati.it  :  in data 20 giugno 2008 il TAR di Venezia, accogliendo l'istanza di ricorso del CODANCONS, ha dato la SOSPENSIVA ai lavori della NUOVA BASE al Dal Molin (ricordiamo che il Governo Prodi ha continuato a parlare di ampliamento perchè gli accordi del 1954 ne prevedevano solo otto in italia e il Dal Molin sarebbe stata la nona [alla faccia degli abusi edilizi]).
Ricordiamo che la SOSPENSIVA NON E' l'ANNULLAMENTO (ma di sicuro un buon inizio) e che ora più che mai è necessario mobilitarsi.
Faccio comunque notare che siamo di fronte ad un fatto storico per la città di Vicenza ma soprattutto per l'Europa stessa, sono stati riconosciuti tutti i diritti e i riferimenti fatti dal CODACONS alle leggi italiane (Impatto Ambientale, gara d'appalto, legittimità di atti ufficiali etc...) e alle leggi Europee: PARTECIPAZIONE E INFORMAZIONE DEI CITTADINI.
Lo abbiamo detto e continuiamo a dirlo: la costruzione della NUOVA base USA sarebbe il più grande ABUSO EDILIZIO della storia d'Italia... se poi lo dicono anche i giudici...