Ambiente & Salute

Newsletter

Se vuoi ricevere la newsletter di Ambiente e Salute registrati qui
Email type
Please wait
nooilqi6.png

Cerca


Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

TAV

TAV for dummies

14 + 16 April/e 20.00 presso il papperlapapp a Bolzano

 

L’associazione Ambiente e Salute e Kikero vi invitano alla proiezione del video TAV FOR DUMMIES presso il centro giovanile papperlapapp in piazza Duomo 24 a Bolzano il 14 e 16 aprile 2014 alle ore 20.00.

Il filmato doveva essere proiettato nello spazio dell’associazione Kikero all’interno dell’Università di Bolzano ma l’amministrazione universitaria ha vietato la proiezione del video. Stessa sorte per la mostra fotografica di Iskra Coronelli che documenta la lotta in Val di Susa. Una piccola selezione delle fotografie saranno esposte nella sala di proiezione.  

 

Schaut euch bitte diese Fotoausstellung an: Iskra Coronelli hat mit ihrer Kamera zwei Jahre lang die NOTAV Bewegung in der Val di Susa begleitet und ihre Eindrücke fotografisch festgehalten. Der geplante Tunnel in der Val Susa ist unserem BBT recht ähnlich, der BBT jedoch in jeder Hinsicht weit größer. Ein Riesenbauprojekt in einem sehr engen Tal, bei dem die gesundheitlichen Folgen gar nicht absehbar sind, die Kosten enorm und die Sinnhaftigkeit mehr als fragwürdig.

Man hat mit allen Mitteln versucht, die Ausstellung und die dazugehörenden Vorführungen des Videos TAV FOR DUMMIES (sehr sehenswert) zu verhindern, daher bitten wir euch zahlreich zu erscheinen und uns zu helfen die Veranstaltung publik zu machen.

Die Ausstellung hätte in der "nicht" Freien Universität Bozen stattfinden sollen, die bereits erteilte Genehmigung dafür wurde jedoch von der Direktion, namentlich Herrn Bergmeister zurückgezogen (Interessenskonflikt?). Der Studentenorganisation KIKERO wurde außerdem die Vorführung des Videos verboten und ihnen wurde nahegelegt sich als Mitorganisatoren (neben ambiente & salute) zurückzuziehen.

 
Fotoausstellung RESISTENZA IN VALLE von Iskra Coronelli

14 aprile dalle / ab 20:00
con proiezione video “TAV FOR DUMMIES” mit Videovorführung
Centro giovani / Jugendzentrum papperlapapp Pfarrplatz 24, Bozen

16 aprile dalle / ab 20:00
con proiezione video “TAV FOR DUMMIES” mit Videovorführung
Centro giovani / Jugendzentrum papperlapapp Pfarrplatz 24, Bozen

Tutti i giorni / täglich 08:30 - 18:00
esposizione stabile e info sulla mostra – Ausstellung und Infos
presso / bei Floralpina

 

Resistenza in valle. Mostra fotografica

Invito alla conferenza stampa

Mostra fotografica “Resistenza in valle”

 

A tutti gli organi d’informazione

 

Gentili Signore, Egregi Signori,

le Associazioni Kikero, associazione studentesca universitaria di Bolzano, e Ambiente & Salute, che ha come scopo la difesa dell’ambiente e della salute in Alto Adige, hanno organizzato una mostra fotografica nell’ambito delle iniziative sulla resistenza che ha come autrice l’artista Iskra Coronelli.

La mostra verrà presentata al pubblico davanti all’ingresso della non libera università di Bolzano in piazza Università a Bolzano. Le associazioni organizzatrici invitano gentilmente tutti i media a questa conferenza stampa, che ha luogo

mercoledì 9 aprile 2014 alle ore 10.30

in piazza Università a Bolzano in prossimità dell’ingresso dell’università.

L’artista Iskra Coronelli presenterà la propria mostra che racconta un anno in Val di Susa. La storia di una “stagione” nel movimento notav, che da oltre 20 anni si oppone alla devastazione della propria terra, lo spreco di denaro pubblico e la militarizzazione della Valle di Susa. L’artista è a disposizione per rispondere alle domande.

 

 

Einladung zur Pressekonferenz

Fotografie-Ausstellung

 

An alle Medien

 

Sehr geehrte Dame, Sehr geehrter Herr,

Der Studentenverein Kikero und der Umweltverein Umwelt und Gesundheit haben im Rahmen der Initiativen zum 25. April eine Ausstellung von Fotografien organisiert.

Die Bilder werden von der Künstlerin Iskra Coronelli persönlich begleitet.

Die Ausstellung wird der Öffentlichkeit vor der (un)freien Universität Bozen vorgestellt. Die Organisatoren laden Sie zu dieser Pressekonferenz ein, die am

Mittwoch, den 9. April 2014 um 10.30h

am Universitätsplatz in Bozen stattfinden wird.

Die Künstlerin Iskra Coronelli dokumentiert mit Ihrer Ausstellung ein Jahr in der Val di Susa, ein Jahr der notav Bewegung, die sich seit 20 Jahren gegen die Zerstörung ihres Tales, die Verschwendung öffentlicher Gelder und die militärische Besetzung der Val di Susa wehrt. Die Künstlerin wird Ihre gerne Fragen beantworten. 

 

 

 

 

 

 

Corridoio verde del Brennero: trucco per opera inutile

Se una “grande opera” ferroviaria proviamo a mascherarla dentro un corridoio verde forse non si vede che è solo un’opera grande, enormemente costosa, devastante per l’ambiente, incoerente con gli obiettivi dichiarati; forse possiamo sorvolare sul fatto che le risorse per realizzarla sarebbero praticamente solo nuovo debito pubblico; e forse smettiamo di dover discutere sui progetti, anzi li diamo per realizzati.

Questa la riserva mentale che sembrava aleggiare nella conferenza “Corridoi verdi nella Rete TEN” organizzata da Arge Alp 1 e Piattaforma Corridoio del Brennero 2 a Trento il 6-7 settembre 2011.

Il corridoio verde è un’idea non originale che associa allo sviluppo di infrastrutture stradali e ferroviarie la proposta di un modello di territorio a basso consumo energetico, basso inquinamento e basso consumo di superficie, in cui massima sarebbe l’attenzione alla qualità della vita delle popolazioni residenti. Perciò il corridoio verde costituirebbe il quadro di riferimento ottimale in cui agli assi di trasporto sono affiancati impieghi di tecnologie a minimo impatto ambientale, riduzione degli inquinamenti, misure di controllo del traffico, produzione e distribuzione di nuove fonti di energia e di idrogeno, logistica intermodale integrata efficiente, pratiche di “osmosi” con le aree attraversate, regole di gestione armonizzate a livello internazionale, informazione diffusa. Insomma, un quadro confortevole per infrastrutture destinate, così, a pesare poco. Non è difficile capire perché queste proposte riguardino solo alcuni corridoi di transito; si tratta di maldestre e non credibili ipotesi di compensazione.

Proprio le reticenze e le contraddizioni emerse nella conferenza mostrano quanto propagandistico sia questo approccio e

Leggi tutto...

NO TAV Kein BBT- Comunicato stampa del 05.07.2011



Lunedì 27.06.2011, i comitati Lebenswertes Wipptal e NO TAV KEIN BBT, si sono recati al Bayerische Landtag (Parlamento Bavarese) a Monaco di Baviera per raccogliere informazioni sulla politica dei trasporti tedesca e sulle tratte d’accesso nord del tunnel di base del Brennero.

Le dichiarazioni dei consiglieri Bavaresi dei Grünen / Bündnis 90 e della SPD sono state inequivocabili: la tratta da Monaco a Kiefersfelden (che dovrebbe rappresentare la tratta d´accesso nord) non è prevista nel piano nazionale dei trasporti, non è prioritaria e di conseguenza non è pianificata né si intravede il suo finanziamento.

La tratta a nord di Monaco di Baviera tra Norimberga e Erfurt, che si trova in costruzione, non verrà prevedibilmente completata entro il 2018. L’intero programma di spesa per la costruzione delle nuove tratte ferroviarie in Germania viene continuamente differito a causa di mancanza di fondi e di sforamento dei costi.

Inoltre tutte le tratte ad alta velocità in Germania sono puramente dedicate al trasporto passeggeri. Anche laddove originariamente erano state progettate per un trasporto misto persone-merci (AV/AC), non è stato possibile realizzarlo.

I Grünen / Bündnis 90 criticano inoltre il fatto che la politica dei trasporti della Germania non rispetti i trattati internazionali nei confronti di Svizzera e Francia. Perciò anche riguardo il tunnel del Brennero c’è da attendersi che

Leggi tutto...

TAV, quanto ci costi?

Riguardo gli avvenimenti accaduti in Val di Susa il comitato NO TAV Kein BBT ha distribuito alla popolazione di Bolzano un volantino contenente alcune informazioni sulle motivazioni che hanno portato le persone della Val di Susa ad opporsi alla costruzione della nuova linea AV/AC Torino Lione.

Ne condividiamo i contenutti e lo pubblichiamo di seguito.

 

In questi giorni abbiamo assistito ai violenti scontri in Val di Susa. Quasi tutti i mezzi di comunicazioni hanno descritto i NO TAV come campanilisti rivoltosi, interessati solamente a difendere a tutti i costi il proprio orticello, mentre il governo, anzi l’intera classe politica, si impegna faticosamente per il progresso e gli interessi di tutta la nazione.

Ma siamo sicuri che sia proprio così?

Ecco alcune informazioni che, nella fretta della vita di ogni giorno, ci sono forse sfuggite:


i costi, a carico dei cittadini, per l´Alta Velocità già realizzata in Italia sono di 72 milioni/km, contro i 10 milioni/km della Francia ed i 9 milioni/km della Spagna = esplosione dei costi TAV italiani, rispetto alle cifre preventivate ed a quelli negli altri stati;

Nel 2007 la Tav S.p.a. aveva già un bilancio in passivo di 13 miliardi, pari a circa 1% del PIL = la TAV è un’opera perennemente in passivo che aumenta il buco del debito pubblico per decenni;

Nel 2010 l’Alta Velocità è stata adoperata solo

Leggi tutto...

Stopglyphosate

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Stop consumo territorio

Stop al Consumo di Territorio